+39.0323.468506 | +39.347.8168559
info@coopvalgrande.it

Notizie recenti

dalla Cooperativa Valgrande

Percorsi didattici consigliati 2021 – 2022

La Cooperativa Valgrande consiglia per l’anno scolastico 2021/2022 i seguenti percorsi didattici-esperienziali.

Le attività proposte si ispirano a progetti di ricerca realizzati dalla nostra Cooperativa e vogliono introdurre gli studenti all’importanza della raccolta di dati scientifici, anche utilizzando applicazioni di Citizen Science.

Le proposte considerano infatti l’adozione delle misure che garantiscano, all’utenza e al nostro  personale, adeguati livelli di protezione per l’esposizione a SARS-CoV-2, considerando le linee guida adottate dal Ministero dell’Istruzione.

Di seguito alcune delle attività proposte:

VERBANOPLASTIK: IL VIAGGIO DELLE MACRO E MICROPLASTICHE

Un laboratorio didattico dedicato alla comprensione dell’inquinamento delle acque da plastiche e microplastiche, tema che sta conquistando la sensibilità di studiosi, media e pubblico in tutto il mondo.

Scoprire i diversi tipi di plastica che si trovano in commercio e come riconoscerli grazie ai simboli identificativi; quali usi se ne fanno e quali possono essere riciclati.

Uscita di monitoraggio e identificazione delle plastiche in riva al Lago e approfondimento per capire come si muove la plastica in acqua dolce e da dove proviene, come prevenire questo tipo di inquinamento e come gli scienziati studiano questo fenomeno globale.

Possibilità di estendere le attività sulla giornata intera con l’aggiunta di un’attività ludico didattica a squadre all’aperto chiamata “Caccia alla plastica” e visita di controllo al sistema di raccolta delle plastiche galleggianti “Seabin”, il cestino mangia-plastica.

ORNITOLOGIA E BIRDWATCHING: INCONTRIAMO GLI UCCELLI SELVATICI

Laboratorio didattico-pratico finalizzato alla scoperta e approfondimento del mondo degli uccelli selvatici: le differenze tra i canti e la loro funzione, l’alimentazione delle specie acquatiche e dei passeriformi del bosco, le migrazioni tra Africa e Europa per affrontare i concetti geografici di corridoio ecologico e conflitti tra società umane e fauna… oltre a tante curiosità scientifiche dei nostri amici alati.

Avvicinamento alla pratica del birdwatching, con utilizzo di un cannocchiale professionale a disposizione degli studenti per le osservazioni e alcune guide di campo per l’identificazione. Approfondimento sulle specie presenti sul territorio con l’ausilio di un pennario e altri reperti naturalistici, tramite i quali gli studenti impareranno a riconoscere aspetti importanti come la muta del piumaggio e altri dettagli anatomici che nel corso dell’evoluzione hanno permesso lo sviluppo delle capacità di volo degli uccelli.

IL RITORNO DEI GRANDI CARNIVORI SULLE ALPI E LORO VALORE ECOLOGICO

Il percorso didattico vuole far conoscere ai bambini le specie di carnivori (orso, lupo e lince) che stanno pian piano ricolonizzando il territorio alpino, comprendere il loro valore nella catena alimentare evidenziando gli studi e le strategie in atto. Verranno anche affrontate le problematiche legate alla convivenza tra predatori e allevamento di montagna e riportati alcuni esempi di buone pratiche.

Durante l’uscita verrà approfondito l’uso delle fototrappole per il monitoraggio dei carnivori e di altri metodi di censimento non invasivi che non arrecano disturbo degli animali, verranno anche organizzate attività ludiche.

FARFALLE: UN PATRIMONIO DELLE ALPI TRA BIODIVERSITA’ E CONSERVAZIONE

Il ciclo biologico delle farfalle è tra i più affascinanti tra quelli presenti in natura e permette di studiare da vicino il mondo di questi insetti, comprendere le strategie delle singole specie e imparare a conservarle.

Attraverso l’utilizzo dello stereoscopio, di reperti e di modellini di farfalle verrà spiegato ai ragazzi come distinguere le farfalle diurne dalle falene, mentre con l’utilizzo dell’app iNaturalist e di una semplice guida per l’identificazione delle specie dell’Arco Alpino costruita ad hoc dal Progetto ABLE (Assessing Butterflies in Europe), saranno esplorati i metodi di campo per l’identificazione e verrà offerta la possibilità di essere coinvolti nel progetto di raccolta dati di Citizen science.

Scarica il pdf dei percorsi didattici